I Corsi

Il kendo è l’arte marziale della spada giapponese praticata dai samurai.

I corsi sono tenuti da insegnanti qualificati e riconosciuti da tutti gli organi che disciplinano il kendo a livello nazionale e internazionale: CIK (Confederazione Italiana Kendo), EKF (European Kendo Federation), IKF (International Kendo Federation) e CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale).

▪ si può iniziare a qualsiasi età
▪ è una ginnastica completa che migliora le capacità motorie e di coordinazione
▪ è un’arte marziale ma anche uno sport
▪ insegna il rispetto delle regole e la disciplina

Lezioni di prova gratuite con attrezzatura fornita dal club.
Adatto per adulti e bambini.


EUR Gym
Roma
Quadrato della Concordia
martedì    20:30 – 22:30
giovedì    20:30 – 22:30

Avila Club
Roma
Via Santa Teresa 10
lunedì           20:30 – 22:00
mercoledì     20:30 – 22:00

 


L’allenamento prevede sia una parte tecnico-sportiva che una teorica, utile alla formazione di un praticante che deve conoscere anche le origini e la storia della disciplina marziale che pratica. L’obiettivo finale è di mettere chiunque in condizione di poter affrontare una gara di kendo.

 

L’allenamento base comincia con il riscaldamento (taiso), prosegue con delle tecniche tirate a vuoto (suburi) e con lo studio dei passi (ashi-sabaki), poi, a seconda del livello del praticante, si indosserà o meno l’armatura (bogu) e si procederà con tutta una serie di esercizi che prevedono di colpire dei bersagli (kirikaeshi, uchikomi-geiko, kakari-geiko, waza-geiko, ecc.). La sessione viene conclusa con dei combattimenti liberi (jigeiko) oppure finalizzati allo studio della gara (shiai-geiko). Con cadenza periodica si studiano anche le forme tradizionali (kendo no kata).

IL DOJO

Il luogo preposto alla pratica è il dojo, che in giapponese significa “luogo dove si segue la via“. Nel dojo bisogna sempre tenere un atteggiamento di contegnoso rispetto, evitando schiamazzi e atteggiamenti inopportuni. In questo il kendo esercita un’importante valenza pedagogica che disciplina le persone, specie i giovani.

Il rispetto tra tutti i praticanti è la prima regola del dojo.